Munnezza e Alitalia:così Silvio salvò terra e cielo

La politica,si sa,ha una struttura ontologica duale:da una parte elementi puramente sensibili,dall’altra dati solo intelligibili.
In democrazia è il popolo che detiene la sovranità ma sono i politici che comandano.
L’Italia è un paese che sta subendo la più grande metamorfosi della sua storia:siamo una nazione unificata circa un secolo e mezzo fa,con un unico idioma solo dall’avvento di mamma Rai,anni 50.
Nell’epoca delle grandi unificazioni e dei grandi colossi,falliti e non,delle grandi catene industriali l’Italia si presenta tutto sommato ancora ancorata ad un’economia microeconomica inserita in un circuito di asfissiante burocrazia e di medioevali corporazioni.
E il vecchio popolo italiano vota aspettandosi di veder migliorate le condizioni a partire da quei dati puramente sensibili :il costo della vita,i servizi di pubblica utilità,lo stipendio per arrivare a fine mese non solo a febbraio,che di giorni ne ha di meno.
Bisogna essere abili nella politica di intervento sui settori macroeconomici,nella gestione del debito e della spesa pubblica ma la partita si gioca anche nel risolvere la puzza di immondizia che soffoca un intero popolo,nel prendere di petto una situazione che grava sui migliaia di lavoratori e sull’immagine di una nazione.
La sinistra ha smarrito tutto questo,immersa nella ricerca di una identità che cambia nome ma non persone e programmi,nella risoluzione di conflitti interni che sono stati più forti dell’antiberlusconismo.
Era il momento nel quale serviva una persona con le palle,che avesse il coraggio di rischiare il nome e la credibilità politica nei confronti di una maggioranza che lo ha votato.
Berlusconi sale al governo più per demerito degli avversari che per merito suo:il suo elettorato lo sa che non è uno stinco di santo ma nonostante tutto lo preferisce; la gente crede più sincero un pinocchio di legno che un essere umano che celebra la sua verginità tramando dietro le quinte.
Sarebbe folle credere che l’emergenza rifiuti in Campania è terminata ma almeno ora si può progettare senza avere fino al collo una montagna di diossina.
Sarebbe folle credere che l’Alitalia sia stata trasformata in una compagnia aerea di gigantesche proporzioni ma almeno il sistema-paese non è stato screditato con l’ingresso di uno straniero in un settore così strategico,e si son comunque salvati diverse migliaia di lavoratori.
L’unica possibilità di una vera alternanza al potere è affidata ad una costruttiva opposizione:Veltroni nell’affare Alitalia ha dato una lezione di politica a tutti.Il titolo:”come perdere le elezioni per altri 20 anni!”.
Il piano Fenice,provvidenziale quanto criticabile,è stato osteggiato dall’inizio da tutte le forze dell’opposizione:con quale senso di coerenza politica ora,a risultato quasi ottenuto,i nemici vogliono salire sul carro dei vincitori dichiarandosi artefici di quella stessa vittoria così inauspicata?
Mentre ci avviamo alla prima annata a crescita zero (senza virgola) e iniziamo ad alzare le barricate contro il vento di una recessione che parte oltreoceano e investe il continente tutto,in Italia si costruiscono le basi per le future elezioni.
Nella migliore e più ottimistica delle ipotesi fra qualche anno,svecchiata la classe politica e l’elettorato,senza Alitalia e munnezzopoli,con meno stranieri e più sicurezza,guadagnarsi la preferenza sarà questione di abilità ben maggiore e il popolo inizierà a votare per i dati puramente intelligibili.
E lì saranno ca***!

Una risposta a Munnezza e Alitalia:così Silvio salvò terra e cielo

  1. Alberto scrive:

    we luigi sei ritornato a fare il giornalista come vedo …. Come ben avrai previsto io mi scontro in maniera violenta con le tue opinioni circa la politica e non solo perchè sono di sinistra . I problemi principali sono “stati risolti ” ( quando poi nessuno dei due si è risolto ) con i soliti intrallazzi di quel bell’ometto . Partiamo dall’emergenza rifiuti : il commisario messo da prodi gianni degennaro ( di destra ) stava tranquillamente risolvendo il problema solo che il buon romano ha avuto la sfortuna di avere nel suo schieramento quel gran cornuto di pecoraro scanio ( poveri gli omosessuali come lui che ci hanno perso di immagine ) e anche i nostri amatissimi iervolino e bassolino ( che devono fare a tutta napoli un bel…….. ) poi è arrivato quel nano malefico che ha lasciato degennaro ( guarda caso ) , ha messo qualche altro ingrediente per complicare le cose ( se non lo fa non è lui ) e la situazione è migliorata ( non esageriamo ) . Ora parliamo dell’Alitalia : qui il berlusca ha voluto fare Nemo profeta in patria , ha preferito dare la compagnia e i suoi debiti per rispettare ” l’italianità ” a un manipolo di imprenditori nostrani ( tra cui figura quel santo di tronchettiprovera tanto per citare la punta dell’iceberg ) però escludendo con i soliti intrallazzi le compagnie straniere ( air france su tutti ) proponendo loro condizioni di vendita assurde ( la cgil con air france e spinetta in fondo non gli stava cosi antipatica come cosa ) ; prodi invece stava per chiudere con spinetta e air france e ti dico dal mio punto di vista ( quello di un futuro ingegnere aerospaziale ) che sarebbe stata una buona cosa ( come anche hanno detto ad annozero – santoro e travaglio santi subito ) perchè sarebbero stati esperti di aerei a dirigere un’azienda del campo aeronautico e non gente proveniente dai rami più disparati dell’economia pronti tranquillamente a pagare quattro lire il personale di volo ( loro che fanno fisicamente uno dei mestieri più degradanti in assoluto ) e a dirigere in modo errato le gerarchie dell’azienda ( come se prima non fosse cosi ) . Una cosa che mi fa paura è che l’Alitalia anche se viene salvata non potrà competere nel campo internazionale dove servono aerei che possano contenere piu passeggeri possibili visto che le tariffe si stanno abbassando ( benzina permettendo ) e quindi servono bestie del cielo come i nuovissimi Airbus 380 e il boeing 787 che domineranno il mercato negli anni a seguire . Dunque secondo me l’alitalia era meglio che falliva senza farci spendere milioni e milioni di euro . Sulle magagne compiute dal berlusca solo nella corrente legislatura ci vorrebbero tutti i blog di msn , gli space di myspace e tutti i profili di badoo insieme ma forse non basterebbero ; il lodo alfano , le leggi per aiutare la mediaset , i soldi di risarcimento alla libia ( sto parlando di miliardi di euro ) per il colonialismo ecc….. Dall’altra pero l’aver messo la crocetta sul walter non è che mi abbia reso tanto soddisfatto , veltroni non ha fatto una grande campagna elettorale ritenendosi sempre inferiore all’avversario ( poteva imparare qualcosa dal buon obama no ? ) e poi iniziando l’opposizione con questa grande cavolata del governo ombra ( no ma ci hanno preso per tante scimmie ammaestrate ? ) ma purtroppo l’uscita dell’estrema sinistra dalle due camere è stata una disgrazia e nessuno se n’è ancora accorto . Di sicuro walter come ministri non avrebbe scelto delle showgirl ( il massimo che c’è da noi è la finocchiaro , nu cess mai vist ) come la gelmini che quando la vedi in televisione ti ritornano in mente i film di lino banfi con la professoressa sexy oppure la carfagna che vanta persino un calendario ( il ministro delle pari oppurtunità che dice che in Italia i gay sono tutelati…….. ) , vedi secondo me queste qui l’unica camera a loro adatta è quella da letto, luogo in cui hanno sostenuto il colloquio di lavoro e hanno ottenuto l’ambito posto . Al momento attuale l’unico politico positivo è Antonio Di pietro che combatte con gran coraggio tutto il marciume della politica italiana ( ma non facciamogli fare il ministro dell’istruzione visto che per lui l’italiano è un personaggio del codice da vinci ) . Ti dico solo una cosa per chiudere : se anche noi avessimo come scelta tra obama e mccain !!!!!!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: